Category: Poesia Page 17 of 27

Formato Tascabile

Questo è un tempo ridotto,col calzone che balla in vitae il caffè ristretto che scende in gola.Guadagni magri, carezze scarne,la bilancia del mondo sonnecchiaal sottopeso della ragione.Ogni giorno…

Corpi Randagi

Ci sono corpi randagi, zecche alla carne e pidocchi all’anima, là, dove nascono partenze e muoiono distanze, ci sono solitudini crocifisse a ferro e legno di panchina.

Domicilio nel vento

Siedo sul tappeto volante del tempo, osservo la panoramica degli anni, la geografia dei giorni, i luoghi delle promesse, templi e rovine di giuramenti. Quanti Per sempre perduti…

Per quale gola dovrò morire

Cado da un vuoto all’altro, acqua contesa tra due bicchieri, io vivo nel travaso, e non m’importa per quale gola dovrò morire.

Cantiere abusivo

Sono un cantiere abusivo, impalcatura illecita, scandalo di ferri piantati tra la terra e il germoglio, mi tiro in alto per trave clandestina e bullone evaso, salgo di…

Occhi senz’acqua

C’è una processione di deserti, sopra i volti in cammino. Occhi senz’acqua, sguardi che penzolano all’ingiù, come lingua secca di cane. Che qualcuno s’inventi una fontana e ci…

I pezzi delle donne

Voi non lo sapete, ma le nostre ossa sono un coro d’orchestra, che ad ogni frattura si mette a cantare. Si azzittiranno, i vostri colpi. Cadranno muti, tutti…

La cruna dell’ago.

Volevo la cruna dell’ago, il minuscolo vuoto come rifugio privato, che nemmeno la pulce ci si potesse infilare. Scappai dalla matassa senza scorta di lana, filo accoppiato al…

I Capitoli assenti

Straccio le pagine di un tempo sciupato, e l’intreccio della mia storia accumula vuoti. Alla fine, saranno i capitoli assenti a raccontare di me.

Il Passamontagna

Ho lavorato a maglia i tuoi occhi, dritto e rovescio, a seguire la sagoma del mio viso. Volevo il passamontagna dei banditi, rapinarti il sogno e fuggire via….