Ci sono corpi randagi,
zecche alla carne e pidocchi all’anima,
là, dove nascono partenze e muoiono distanze,
ci sono solitudini crocifisse
a ferro e legno di panchina.