Investo i miei passi, a corpo armato mi calpesto le orme. 
Cingoli ai piedi, riduco a ossa rotte il cammino andato.
Pirata della strada, occhio bendato e mano monca, 
assalto le rotte già segnate.
In miseria di stracci lascio gli anni perduti.
Ladra al passato, fuggiasca al presente,
la mia vita da ricercata.
Una taglia sopra la testa
e la faccia appesa ai muri.