Eri così bravo
a stappare lo spumante,
estraevi il sughero senza
schiumare il pavimento.
Nulla andava perso,
tu preservavi gocce e sorsi.
Scambierei il mio corpo
con una bottiglia di Berlucchi,
mi affiderei alla tua mano
aspettando
il botto che libera salvando.
Giuro, lo farei
se sotto l’albero trovassi
un cavanostalgie in dono.