Ti vorrei come forcina tra i capelli,
fissato di lato a liberarmi gli occhi,
quando il ciuffo della paura m’imprigiona il viso.