Mettimi al vuoto,
lanciami al basso,
sotto e lontano
spingimi buttami
soffiami giù.
Toglimi pure la verticale dal corpo,
la terra dai piedi,
l’orizzonte dagli occhi.
Ma sarò io a scegliere
il punto della mia caduta.