Sono l’infanzia che tarda a cadere,
il dente di latte che non vuole mollare,
e non importa se il pane adulto ha crosta dura,
che a morderlo fa male.
Io, in bocca alla vita
continuo a restare.