Dal cornicione dei tuoi occhi,
il tentato suicidio di un’acqua
che salta, cade e sbatte
nel cranio nudo della terra.
Ti guardo,
e vedo la frattura multipla del mare.