La fronte sporgente di una roccia,
il naso aquilino di una foglia,
le ciglia folte dell’erba alta,
nelle cose qua fuori
c’è qualcuno che conosco.
La natura mi ricorda
un volto dimenticato.