Raccogli la buccia delle ore,
la lisca di un istante, l’osso del momento.
Mescola, cuoci e servimi
gli scarti dei giorni altrui.
Ho fame di tempo mancato.