Blindiamo gli occhi, porte armate sulla faccia, che nessuno possa entrare.

E soli, nelll’antisfondamento del nostro stare,

preghiamo il soccorso di una rapina.

Vetro rotto e scasso, veniteci a salvare.